Questa bellissima tenuta, moderna e innovativa, adagiata ai piedi del Pollino, deve il nome a un antico fortino a forma quadrata che, con le sue quattro torri semicircolari, domina dall’alto vigneti simili a un giardino curatissimo. Qui le condizioni climatiche sono particolari e le uve hanno potuto ricevere grande attenzione: vinificate in purezza, esprimono l’essenza del lavoro del team di Stefano Coppola, siciliano che ha fatto della Calabria una terra capace di raccontare intense perle sensoriali.

Anno di fondazione: 1658
Proprietà: Famiglia Nola
Conduzione enologica: Luca Rosanova, Stefano Coppola, Marco Monchiero
Conduzione agronomica: Luigi Di Minco
Bottiglie prodotte: 900.000
Ettari vitati: 120
Vendita diretta:
Visite in azienda: Sì
Viticoltura: Biologica certificata

Sito Web

TERRE DI COSENZA POLLINO MAGLIOCCO 24 RISERVA 2014
Rosso Dop – Magliocco dolce 100% – Alc. 13,5% – € 25 – Bt. 7.000
Rubino di trama fitta omogenea e lucente. L’incipit pulito e netto evidenzia in primo luogo le erbe aromatiche, poi le spezie dolci e le ciliegie ferrovia polpose. Si distende regalando petali di viole e cannella, per chiudere con una pennellata di tabacco. La bocca è equilibrata, con tannini fini e un finale di tutto rispetto. Riposa per 24 mesi in barrique di rovere di Allier. Ossobuco alla milanese.

Famiglia Nola

0981 415122

enologia@campoverdeagricola.it

Contrada Ciparsia - 87012 Castrovillari (CS)

TERRE DI COSENZA POLLINO MAGLIOCCO 2015
Rosso Doc – Magliocco dolce 100% – Alc. 13% – € 20 – Bt. 15.000
Rubino profondo, sinuoso e spesso. Ha un impatto olfattivo netto e avvolgente, dove i protagonisti sono i piccoli frutti di bosco, il mirtillo e il ribes. Poi si apre su sbuffi balsamici e mentolati, che concludono una beva di grande equilibrio. Il finale è ragguardevole. Acciaio e legno per 6 mesi ciascuno. Prosciutto di maiale nero alla brace.

TERRE DI COSENZA POLLINO BIANCO 2016
Bianco Doc – Mantonico bianco 100% – Alc. 13,5% – € 22 – Bt. 12.000
Lucente con nuance verdoline. Esordisce con la frutta gialla appena matura, poi ginestra e un soffio di timo. Il finale è appena tostato e minerale. Sorso appagante; il frutto si esprime in maniera sorprendente. Chiusura lunga all’insegna della sapidità. Acciaio e poi 3 mesi di affinamento in bottiglia. Paccheri con astice e pomodorini.

Condividi