Parola d’ordine: gaglioppo. Concentrandosi sul vitigno principe di Cirò, Francesco e Laura si pongono l’obiettivo di interpretarlo nel migliore dei modi e in tutte le sue sfaccettature. Ecco perché il nuovo progetto è orientato a esplorarne le potenzialità di eleganza e di agilità, anche attraverso la sperimentazione del metodo ossidativo, oppure con un leggero residuo zuccherino. È stato inoltre impiantato un nuovo vigneto per realizzare un vino bianco prevalentemente da mantonico, un’uva che esprime tutta l’originalità e il carattere della costa ionica.

Anno di fondazione: 2008
Proprietà: Francesco De Franco e Laura Violino
Conduzione enologica: Francesco De Franco
Conduzione agronomica: Francesco De Franco
Bottiglie prodotte: 20.000
Ettari vitati: 6
Vendita diretta:
Visite in azienda: Sì
Viticoltura: Biologica certificata
Sito Web

CIRÒ ROSSO CLASSICO SUPERIORE 2014
Rosso Doc – Gaglioppo 100% – Alc. 14% – € 16- Bt. 7.000
Bel colore granato che vira blando verso l’arancio, esprimendo alla perfezione i tratti cromatici del vitigno. Ha naso intrigante con una componente eterea in esordio, che lascia presto il posto a frutta sotto spirito, pepe nero e caffè, per poi diffondersi su cacao amaro, lieve nota di incenso e chiodi di garofano. La bocca è possente, il tannino, deciso, si amalgama lentamente con morbidezza, freschezza e calore alcolico. Insuperabile per persistenza e carattere. Matura in acciaio per 36 mesi, con sosta sui lieviti per un anno. Cinghiale in salsa di more.

Francesco De Franco e Laura Violino

+393290732473

avita.info@gmail.com

SS 106, km 279,8 - 88811 Cirò Marina (KR)

CIRÒ ROSSO CLASSICO SUPERIORE RISERVA 2013
Rosso Doc – Gaglioppo 100% – Alc. 14,5% – € 25 – Bt. 4.000
Color melograno splendente che va tramontando in lampi aranciati. Olfatto deciso che snocciola una a una tutte le sfumature di cui si fregia: mirtilli e ribes sotto spirito, vaniglia e cuoio, poi cioccolato ed erbe aromatiche. In bocca è caldo e immediato, con un tannino che non demorde e un ritorno aromatico di legni tostati che ne allungano il finale. Riposa in acciaio per 24 mesi e poi in legno grande per altri 10. Stracotto d’asino.

Condividi